giovedì 2 ottobre 2008

Precari, sit-in diventa corteo a Roma

ANSA - ROMA, 2 OTT -La protesta dei precari a Roma si trasforma da sit in a corteo: partita dal ministero della Funzione Pubblica e' proseguita a Montecitorio. Alla manifestazione hanno aderito diversi istituti di ricerca. Davanti al ministero dell'Istruzione e' partito, invece, il sit in di insegnanti e genitori: i manifestanti sono diverse centinaia. Tra gli slogan piu' gridati al corteo quelli riferiti all'accesso alle graduatorie: 'Tutti dentro, tutti dentro'. I dimostranti che protestano per la ricerca davanti a palazzo Vidoni chiedono l'abolizione degli emendamenti in finanziaria denominati 'ammazza precari', mentre quelli della scuola chiedono di ridare dignita' agli operatori della Scuola e dell'Universita', e di investire nell'unica Istituzione che puo' garantire il futuro del nostro Paese. Molti all'altoparlante contestano 'il silenzio assordante dei sindacati', mentre un piccolo gruppo di docenti precari si e' vestito con sacchi neri, portando il cartello 'Insegnanti uguale spazzatura'. A scendere in piazza anche l'Associazione Nazionale Insegnanti ed Educatori in Formazione (Anief).

Nessun commento:

Ricerca personalizzata